Parutions: Fascismo senza fascismo? et Quattro “pinocchiate” fasciste (Luciano Curreri, Federico Foni)

Fascismo senza fascismo?
Indovini e revenants nella cultura popolare italiana (1899-1919 e 1989-2009)

Nerosubianco

Collana le bandiere

Rispetto ad altri incontri organizzati o coorganizzati da Luciano Curreri negli ultimi anni in seno all’Université de Liège, ma cercando sempre di coinvolgere tante altre istituzioni e diversi gruppi di studio del Belgio, dell’Italia, dell’Europa e del mondo intero, il convegno Fascismo senza fascismo? Indovini e revenants nella cultura popolare italiana (1899-1919 e 1989-2009) è una mossa più azzardata. Certo, non ambisce a creare una categoria, ché il punto interrogativo del titolo non è messo proprio a caso o per consuetudine. E tuttavia il sottotitolo che lo completa e gli atti che ne risultano vorrebbero provare a sfumare altre categorie, un po’ desuete e/o controverse, come quelle di prefascismo e di neofascismo (anche se a nessuno è stato impedito, et pour cause, di servirsene).
Con interventi di Curreri, Gigante, Comberiati, Foni, Benzoni, Jacquet, Giudicetti, Gola, Lo Presti, Di Vittorio, Manna, Mastropierro, Palumbo, Versari, Leoni, Orsitto, Burguet, Toppano, Viti, Jansen, Papponetti, Scarlini, Turchetta.
Luciano Curreri (1966) è professore ordinario di Lingua e letteratura italiana alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Liegi. Ha curato e sta curando edizioni di autori otto-novecenteschi per Einaudi, Greco&Greco, Ilisso, Mondadori, Quiritta, Salerno. Di recente ha pubblicato: Pinocchio in camicia nera (Nerosubianco, 2008 e II ed. corretta e aumentata, 2011); D’Annunzio come personaggio nell’immaginario italiano ed europeo (1938-2008). Una mappa (Peter Lang, 2008); Metamorfosi della seduzione. La donna, il corpo malato, la statua in d’Annunzio e dintorni (ETS, 2008); Mariposas de Madrid. Los narradores italianos y la guerra civil española (Prensas Universitarias de Zaragoza, 2009; ed. or. Bulzoni, 2007); Un po’ prima della fine? Ultimi romanzi di Salgari tra novità e ripetizione (1908-1915) (con F. Foni, Sossella, 2009); La consegna dei testimoni tra letteratura e critica. A partire da Nerval, Valéry,
Foscolo, d’Annunzio (FUP, 2009); Silenzi solitudini segreti. Altre metamorfosi dannunziane (Bonanno, 2011); L’elmo e la rivolta. Modernità e surplus mitico di Scipioni e Spartachi (con G. Palumbo, Comma 22, 2011). Ha esordito come narratore con A ciascuno i suoi morti. Un album di racconti (Nerosubianco, 2010). Di prossima pubblicazione: Il peplum di Emilio. Storie e fonti antiche e moderne
dell’immaginario salgariano (1862-2012) (Il Foglio, 2012); L’Europa vista da Istanbul. Mimesis e la ricostruzione intellettuale di Eric Auerbach (Sossella, 2012); Play it again, Pinocchio (Moretti&Vitali, 2012).
Fabrizio Foni (1980), studioso del fantastico popolare, si è laureato in Letteratura italiana a Pisa e ha conseguito il dottorato di ricerca in Italianistica a Trieste, usufruendo poi di una borsa di post-dottorato a Liège. Tra le sue pubblicazioni: le monografie Alla fiera dei mostri (Tunué, 2007) e Piccoli mostri crescono (Perdisa Pop, 2010), e la cura delle antologie Il gran ballo dei tavolini (Nerosubianco, 2008) e Ottocento nero italiano (Aragno, 2009, con C. Gallo). Assieme a Luciano Curreri ha curato il volume collettaneo Un po’ prima della fine? (Sossella, 2009), dedicato agli ultimi romanzi di Emilio Salgari e, con Álvaro Ceballos Viro e Riccardo Trani, la riedizione bilingue di Seis días fuera del mundo/Sei giorni fuori dal mondo di Juan Pérez Zúñiga (Nerosubianco, 2011).

Indice

Per un’introduzione a nove code (e senza troppe note).

Mappe,griglie,dintorni di due Ventenni alternativi:1899-1919 e 1989-2009

Luciano CURRERI(Université de Liège)……………………………………………………………………………………………………………………….. 7

Scrittori del Risorgimento “precursori del fascismo”?

A proposito di un luogo comune della storiografia letteraria fascista*

Claudio GIGANTE(Université Libre de Bruxelles)………………………………………………………………………………………………………….. 19

La profezia dell’impero nella prima narrativa di Arnaldo Cipolla

(Nell’impero di Menelik,1911)

DANIELECOMBERIATI (Université Libre de Bruxelles)…………………………………………………………………………………………………… 37

Il soprannaturale,antidoto all’imperialismo?

Fabrizio FONI (Université de Liège)………………………………………………………………………………………………………………………………. 46

Tendente al nero.

Voci e derive neofasciste al tempo della politica pop

Pietro BENZONI (Université de Liège – Vrije Universiteit Brussel)……………………………………………………………………………………. 58

A tempo scaduto. I film italiani sul fascismo (1989-2009)

Gabrielle JACQUET (Université catholique de Louvain)

Gian Paolo GIUDICETTI (F.R.S. – Université catholique de Louvain)……………………………………………………………………………….. 73

La religione del fascismo in Anatomia della battagliadi Giacomo Sartori

Sabina GOLA (Université Libre de Bruxelles)…………………………………………………………………………………………. 83

L’anima musicale d’Italia:il canto popolare come bandiera ideologica

Carlo LO PRESTI (Conservatorio Statale di Musica “G. Rossini”,Pesaro)…………………………………………………………………………. 98

Pensare il fascismo oggi

Pierangelo DI VITTORIO,Alessandro MANNA,Enrico MASTROPIERRO,Giuseppe PALUMBO,Andrea RUSSO…………….. 125

È fascista la Madonna del fascio? Arte e architettura a Predappio tra conservazione e polemica politica

Maria Elena VERSARI (Getty Research Institute)……………………………………………………………………………………………………………. 134

Ucronia fascista nella narrativa italiana,tra revisione,rivisitazione e paradossi quantici

Giulio LEONI (Università “La Sapienza”)………………………………………………………………………………………………………………………. 145

Ombre postfasciste e neofasciste nel cinema italiano del nuovo millennio

Fulvio ORSITTO (California State University)………………………………………………………………………………………………………….. 151

Andrea Vitali:il piccolo mondo del lago,un fascismo da operetta e un’intervista all’autore………………………………………………….. 168

Appendice …………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………… 176

Willy BURGUET (Società Dante Alighieri, Liège)

Le premesse del condottiere fascista. La rivincita di Lissa(1909) di Yambo

Michela TOPPANO (Université d’Aix-en-Provence)………………………………………………………………………………………………………….. 181

Il rock del Duce:dal caso Disciplinatha al Neofascismo in musica

Alessandro VITI (Università degli Studi di Siena)…………………………………………………………………………………………………………….. 191

Fascismo e fascismi dopo Genova 2001:narrare le forze dell’ordine

Monica JANSEN (Universiteit Antwerpen – Universiteit Utrecht)………………………………………………………………………………………. 203

Giordano Bruno Guerri   Fra documento e racconto

Giuseppe PAPPONETTI (Centro Nazionale di Studi dannunziani,Pescara)………………………………………………………………………… 219

Occulti poteri:esoterismo e fascismo tra Ventennio e Neodestra

Luca SCARLINI (Accademia di Belle Arti di Brera)………………………………………………………………………………………………………… 224

Il Bronx fuori e dentro di noi. Qualche immagine dell’intolleranza,dal mondo-periferia (1989-2009)

Gianni TURCHETTA(Università degli Studi di Milano)………………………………………………………………………………………………….. 227

Quattro “pinocchiate” fasciste
raccolta illustrata a cura di Luciano Curreri
Cuneo, Nerosubianco, 2008, 144 p.
(Le drizze, 1)
Euro 12,00 – ISBN 88-89056-30-4

Le “pinocchiate” discendono, come è noto, dal personaggio immortalato dal capolavoro di Collodi e muovono dalla fine dell’Ottocento per giungere ai giorni nostri, in seno a una tradizione che le ha spesso snobbate come repliche noiose e indecorose de Le avventure di Pinocchio. Certo, sublimarne l’importanza letteraria sarebbe arbitrario; non, però, coglierne il valore di documento, di testualità ancorate a una storia che è la nostra. In particolare, le “pinocchiate” fasciste, fra anni Venti e anni Quaranta, sono uno spaccato propagandistico significativo del Ventennio e delle sue derive: si va dalle spedizioni punitive ai Balilla, dalla conquista dell’Etiopia alla Repubblica sociale italiana.

Indice

AVVENTURE E SPEDIZIONI PUNITIVE

DI PINOCCHIO FASCISTA

Testo di Giuseppe Petrai,disegni di Giove Toppi 7

PINOCCHIO FRA I BALILLA.

NUOVE MONELLERIE DEL CELEBRE

BURATTINO E SUO RAVVEDIMENTO

Testo e disegni di Cirillo Schizzo del 420 (ps.di  Schiatti,Gino) 25

PINOCCHIO ISTRUTTORE DEL NEGUS 51

IL VIAGGIO DI PINOCCHIO

Testo di Ciapo,disegni di Fulvio Bianconi 63

Appendice 95

PINOCCHIO…IN UN ALTRO MONDO!

Testo di Palmira Melesi-Fanti,illustrazioni di Carlo Pierantoni 97

Postfazione 115

«SOPRA BOSCHI DI BRACCIA TESE».

PLANATE 1923-1944

di Luciano Curreri 117

Nota ai testi 139

Ringraziamenti 142

Postfazione 2011 143

LE “PINOCCHIATE”FASCISTE SONO RACCONTI D’ITALIA?

APPROSSIMAZIONI AL ‘GIÀ DETTO’TRA NOVITÀ E RIPETIZIONE

di Luciano Curreri 145

Ringraziamenti 155